contatti

Social "Teatro Artò"

Corso General Cantore, 19 -

Serravalle all'Adige - 38061 ALA (Tn)

Tel 0464-350490

cell. 338 4640188

email: info@in-teatro.com

More Website Templates @ Templates.com!

 

chi e' arto'

L'Associazione si propone di svolgere attività di utilità sociale nei settori del teatro, del cinema, della televisione.

In particolare:

- Produrre e realizzare spettacoli teatrali, eventi e installazioni;

- Organizzare rassegne o stagioni teatrali;

- Realizzare filmati artistici, didattici, turistici, commerciali, per il cinema, per la televisione;

- Collaborare, in ambito nazionale, con altre Associazioni, Enti ed organismi, con finalità teatrali, cinetelevisive, culturali e aggregative;

 

 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Perché Teatro Artò?

Il nome storpia scherzosamente quello di un grande attore e regista francese, Antonin Artaud, considerato da tutti come l’inventore del “teatro della crudeltà”. Siamo inguaribili ottimisti e spericolati acrobati.
Sul filo d’acciaio teso sulle teste degli indifferenti, dei prevenuti, dei distratti, dei maldicenti, dei pessimisti, degli invidiosi, noi continuiamo la nostra traversata senza rete. I nostri compagni di acrobazie reggono anche loro, con il sorriso sulle labbra, l’ombrellino colorato rischiando di scivolare ad ogni replica… e arrivando però sempre alla chiusura del sipario.
Ecco, noi siamo questi qui, siamo quelli che pensano che l’inferno e il paradiso esistano davvero, ma su questa terra e soprattutto dentro di noi, con tutto il loro splendore e tutta la verità della crudeltà.
Venite a conoscerci e forse conoscerete meglio anche voi stessi.


Con simpatia
Quelli del Teatro Artò

 

 

 

 

CORRADO MEASSO

Esperto di elettronica e informatica, montatore, abbina la conoscenza delle tecnologie e dei nuovi strumenti di comunicazione all’interesse per la sperimentazione in campo audiovisivo. Dopo diverse esperienze di montaggio video, riprese per servizi giornalistici, realizzazione di spot, documentari e filmati industriali, nel 1995 apre una propria attività di produzione e post-produzione video e computer grafica, utilizzando le prime attrezzature digitali; successivamente sperimenta tutte le nuove tecnologie informatiche unite al settore video (produzione di cd rom, grafica computerizzata, realizzazione di video in internet). Collabora inoltre, per la produzione di filmati medico-scientifici, con i reparti di chirurgia e di otorinolaringoiatria dell’ASL di Rovereto. Per quest’ultimo reparto, diretto dal dott. Milo Beltrame, studia la realizzazione di una videoconferenza per la visione in diretta di un intervento di installazione di un impianto cocleare.

Dal 1999 affianca il regista Nuccio Ambrosino per la parte produttiva e tecnica in diverse opere video, tra le quali tre film per l’ente turismo Alto Adige (“Le Dolomiti”, “I castelli”, “I vini dell’alto Adige”), film pubblicitari e riservati a convention (filmato di animazione in computer grafica per il lancio del prodotto Peroncino, filmati per la convention Fiat Nuovo Ducato) e film didattici per il SerT e l’Università di Ferrara.

Collabora con l'accademia di Belle Arti di Brera (MI) per la realizzazione di progetti audiovisivi.

Insegna all'istituto superiore Maggiolini di Milano, in un corso avanzato di produzione audiovisiva e gestisce la realizzazione di un laboratorio video professionale nell'istituto stesso.

Realizza per Cortina Turismo, insieme al suo collaboratore Nuccio Ambrosino, la prima televisione web Turistica, occupandosi di tutte le parti tecniche, la formazione del personale, la gestione dei palinsesti, la struttura web, le dirette TV.

Collabora con la società UPC di Milano, nel settore produttivo Cinema e TV, dove tiene anche un corso di montaggio video.

Collabora come direttore della fotografia con diverse figure professionali nell’ambito cinematografico tra le quali lo scenografo Armando Nobili e Nuccio Ambrosino per la realizzazione degli audiovisivi dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

Studia e realizza diverse sperimentazioni con l’uso del chromakey in abbinamento al video per il web allo scopo di ottenere produzioni di grande impatto con budget limitati.

Collabora con l’istituto Don Milani per la realizzazione della prima televisione delle scuole in diretta sul Web, istruendo i ragazzi alle mansioni televisive, ed alla produzione di telegiornali e rubriche. Nei prossimi mesi realizzerà con questo istituto uno studio televisivo interno alla scuola allo scopo di produrre delle dirette tv dall’istituto stesso.

 

IRENE GUADAGNINI

Irene Guadagnini, attrice.

Laureata in Lettere moderne presso l'Università di Bologna con una tesi in Letterature Comparate, si forma parallelamente come attrice seguendo corsi della scuola di teatro di Bologna diretta da Alessandra Galante Garrone e attraverso laboratori e seminari con l'Odin Teatret, Paola Bianchi della Compagnia Agar, Cesar Brie.  

Lavora in numerosi spettacoli teatrali, cortometraggi e docu-fiction, Paolo Rossi, Roberto Herlitzka, Marcello Cesena tra gli altri. Dopo aver frequentato il suo corso di Recitazione cinematografica, collabora per una decina d'anni con il regista Nuccio Ambrosino, in alcuni casi affiancandolo anche alla stesura delle sceneggiature, in altri come actor's coach. E' Angelica ne L'Orlando furioso raccontato da Italo Calvino, l'ultimo lavoro in collaborazione con l'Accademia di Brera firmato da Ambrosino.

Durante la decima edizione del Festival della Filosofia di Modena cura con Daina Pignatti e Matteo Verri la performance "Irrilevante ai fini delle indagini".

Prende parte a film per la tv e fiction, come Don Zeno, L'ispettore Coliandro e Che Dio ci aiuti. 

Da anni si occupa anche di percorsi di promozione alla lettura, sia per bambini che per adulti, collaborando con comuni, scuole, biblioteche, istituti storici, nonché di organizzazione e realizzazione di eventi culturali e teatrali. Cura come insegnante corsi e laboratori di teatro, di lettura espressiva, di dizione e public speaking.

Lavora inoltre come speaker, e per numerose presentazioni di libri e reading, tra cui una per la regia di Patrick Rossi Gastaldi.

Con lo spettacolo L’una allo specchio è tra i sei finalisti del Festival teatrale Ermo colle 2006. 

 

SARA PARISI

Nata a Rovereto e diplomata come maestra d'arte e grafica pubblicitaria all' Istituto D' Arte "Fortunato Depero" sempre di Rovereto.

Collabora con la "squadra Exformat" struttura che si occupa di comunicazione formazione e spettacolo in qualità di responsabile del settore grafico e scenotecnico.

Ha curato la scenografia delle conferenze spettacolo "Sei sicuro di capire...quel che vedi - quel che senti - quel che leggi ?" tenutesi a Rovereto, Malè e Cles e le scenografie della fiction "Viti Incrociate” girata interamente in Trentino con il coinvolgimento di attori e maestranze tecniche del posto.

Nel 2006 studia e realizza la linea grafica (cartellonistica, l’inserto sulla rivista Pustertaler le gigantografie ecc..) per la manifestazione Kroni Tag nella località sciistica Plan De Corones (BZ).

Nell’anno 2007 ha curato la studio, la realizzazione e l’allestimento scenotecnico del “XIII Congresso Nazionale dei Geologi”, tenutosi nel mese di maggio a Matera.

Cura l’ideazione e l’allestimento scenico degli spettacoli: “L’una allo specchio”, “Le città invisibili” di Italo Calvino, e “Come quella Volta in Italia”.

Realizza progetti grafici di loghi, brochure, locandine per aziende e privati curando sia la parte ideativa che quella realizzativa.

Sempre nel 2007 a realizzato diversi composit e book fotografici per il settore moda e teatro.

Si occupa in oltre della progettazione grafica di siti web tra i quali quello di Exformat Comunicazione ( Marchiori pitture – Fantasio Festival Regia Internazionale Teatrale – Associazione Social “ Teatro Artò” - SD Meccanica – studio di produzione di Milano UPC TV – ISTC ) ecc...

Nel 2008 realizza la scenografia dello spettacolo di danza e teatro “ Le mille e... una donna” cura di Federica Raverta, Carla Cipolla, Miryam Pacetti promosso
dall’ Associazione Onlus - Il sorriso nel cuore -; regia di Nuccio Ambrosino; partecipano Jamila Zaki e le danzatrici del Laboratorio coreografico Zagharid.

Nell’anno 2008-2009 ha collaborato alla realizzazione delle scenografie per 4 progetti dell’Accademia di Belle Arti di Brera, in collaborazione con lo scenografo Armando Nobili.

Ha ideato per l’azienda NEXTVALUE di Milano, i loghi dell’azienda, e successivamente tutta la campagna grafica e pubblicitaria, realizzando anche un libro e un sito web.

Nel 2010 entra a far parte del Comitato di redazione del Comune di Isera per la progettazione graca del notiziario comunale « PubblicAzione».

Nello stesso anno studia per conto del Museo delle frane di Civita di Bagnoregio sotto la guida del regista Nuccio Ambrosino e Claudio Margottini la parte grafica del Museo geologico e delle frane dedicato a Gianfranco Imperatori, il quale sarà innaugurato il 23 aprile 2012.

Nel 2011 realizza la scenografia dello spettacolo teatrale “La Garibaldina” con la regia di Mirko Corradini.

Nel 2012 si occupa dello studio e della realizzazione scenografica dello spettacolo «Big Fish» con la regia di Mirko Corradini.